Con il bollettino di conto corrente i clienti possono effettuare versamenti a favore di terzi su conti correnti postali e bancari. Il servizio consente al cliente di effettuare numerosi pagamenti, tra i quali:

  • Pagamenti di utenze (es. acqua, luce, gas, telefono) e rimborsi rateali (es. rimborsi rate di finanziamento) tramite i cosiddetti bollettini premarcati.
  • Pagamento di imposte iscritte a ruolo tramite bollettino RAV (Riscossione mediante avviso).
  • Pagamento del bollo auto.
  • Pagamento ICI, IMU etc.
  • Pagamento del canone RAI.
  • Pagamento di contravvenzioni polizia stradale.
  • Pagamenti vari tramite bollettini in bianco generici.
  • Pagamento bollettini di conto corrente postale in distinta.

Ad oggi, a seguito dell’attuazione della direttiva europea n. 2007/64/C con il D.L. 27 gennaio 2010 n. 11, sono nati i primi soggetti autorizzati dalla Banca d’Italia ad eseguire operazioni di pagamento tra i quali appunto Paytipper.

La clientela che si recherà presso un’agenzia CENTRO SERVIZI POSTALI troverà il servizio di erogazione pagamento bollettini ad un costo inferiore a quello applicato agli sportelli di Poste Italiane e con la garanzia che l’operazione eseguita abbia effetto liberatorio.

CON NOI LE CARTE VALGONO COME IL CONTANTE

La grande novità di questo servizio riguarda i costi per l’utente finale, infatti, grazie all’adozione del nuovo modello di Interchange Reinbursment Fee (IRF) di Visa e MasterCard, Paytipper S.p.A. non applica alcun costo aggiuntivo all’utente finale parificando, di fatto, la moneta elettronica al contante.